28 maggio 2014

SGOMBERATO IL MAINASSO


riceviamo e diffondiamo:

IL MAINASSO SOFFIA ANCORA
Questa notte, 27 maggio, la questura ha sgomberato, con un imponente spiegamento di forze, il
Mainasso occupato da appena 2 mesi.
Ciò non ci scoraggia, ma anzi ci spinge ad andare avanti per la nostra strada senza esitazioni.
Per 2 mesi uno spazio di proprietà delle Opere Pie (il famigerato Ente Morale), abbandonato da
tempo (e che tale rimarrà, blindato e oscurato), è stato sottratto alle dinamiche imperanti del
profitto, della passività e dell'alienazione. Non ponendosi obbiettivi specifici a termine, un semplice
fondo di pochi metri quadrati è diventato un posto di ritrovo per chiunque si ostini a voler vivere il
piacere dell'incontro, della condivisione e del confronto, per chiunque si ostini a voler vivere ancora
le strade.
Un posto dove ospitare iniziative, cineforum, cene, incontri... Sempre con la priorità di sostenere e
portare la solidarietà a chi è colpito dalla repressione per essersi battuto contro questo stato delle
cose, contro questa società infame nella quale vorrebbero costringerci a vivere.
Uno spazio ritorna al suo precedente stato di inerzia, ma chi lo ha vissuto non intende limitarsi in
alcun modo.
Per questo le iniziative previste verranno mantenute, a partire da stasera, con luoghi e modalità che
saranno comunicati di volta in volta.

STASERA alle 21 in PIAZZA DELLE ERBE per la rassegna “VERITA' E CONFLITTO TRA
INDIVIDUO E AUTORITA'”, I DIAVOLI di Ken Russell
LUNEDI 2 GIUGNO dalle 19 presentazione del progetto editoriale CROCE NERA
ANARCHICA
VENERDI' 6 GIUGNO dalle 19 presentazione dell'opuscolo “DIVIDE ET IUDICA – IL
LABIRINTO PROCESSUALE DEL 15 OTTOBRE”
SABATO 7 GIUGNO dalle ore 18 aperitivo in sostegno ad un compagno sotto processo per i
blocchi stradali avvenuti in seguito alla morte di un operaio in porto nel 2007
ANCORA!
PER LA RIVOLTA!
PER LA LIBERTA'!

Nessun commento:

Posta un commento