30 aprile 2015

NO TAV: RIVENDICAZIONE DEL FALSO COMUNICATO DI INTESA SANPAOLO


Riceviamo da mail anonima e diffondiamo:

"Buona notizia! Il gruppo bancario Intesa San Paolo è stato vittima di un falso comunicato stampa a suo nome che ha diffuso la falsa voce di uno scandalo finanziario riguardante i bilanci di Intesa San Paolo. In seguito alla rapida diffusione di questa bufala, le azioni di Intesa Sanpaolo sono precipitate. Intesa San Paolo è la principale banca che finanzia la TAV e ci guadagna profitti succulenti; oggi, come tante volte in passato, ha pagato caro per questa partecipazione. Come tante altre aziende, istituzioni e singoli che hanno portato avanti questo progetto distruttivo e messo in atto la repressione che serve a proteggerlo.

La Tav è ovunque. Chi vuole opporsi alla Tav lo può fare dappertutto; non occorre che vada in Piemonte. Anche con un sabotaggio dietro una tastiera, come in questo caso. Lo può fare da solo, o con persone di fiducia. Dove e quando vuole, basta un po’ d’immaginazione e di determinazione.Questa azione ci mostra anche che possiamo apprendere come una delle infinite possibilità che abbiamo per contrattaccare si colloca su un terreno che il potere crede essere di suo esclusivo dominio: il controllo del flusso d’informazione.
In basso il link un testo interessante che ci parla di questo metodo di lotta e ci dona qualche idea e tecnica su come diffondere bufale: http://foolcapitalism.espivblogs.net/files/2015/04/Prankthepranksterit.pdf

Solidali con Chiara, Niccolò, Claudio, Mattia, incarcerati per la loro opposizione alla TAV e a quasto mondo...
Dietro quelle barricate, in quei boschi, davanti a quelle recinzioni c'eravamo tutti!
Fuoco e fiamme ai progetti che distruggono la terra e a tutte le prigioni! "

Segue immagine del comunicato diffuso:



Sui media mainstream:

http://www.repubblica.it/economia/finanza/2015/04/24/news/intesa_sanpaolo_falso_comunicato-112751049/

https://it.finance.yahoo.com/notizie/intesa-sanpaolo-valuta-azioni-legali-dopo-falso-comunicato-152620484.html


Da informa-azione.info

Nessun commento:

Posta un commento