9 novembre 2015

UDINE: AZIONI DI DISTURBO ALLE CELEBRAZIONI DELLE FORZE ARMATE

riceviamo e diffondiamo:

Si apprende dalla stampa di regime (articolo del pennivendolo Davide Vicedomini, "Messaggero Veneto", 4 novembre 2011) che le celebrazioni delle forze armate del prefetto Vittorio Zappalorto (prefetto di Gorizia a maggio scorso, in occasione del corteo nazionale di CasaPound), del questore Claudio Cracovia (G8 Genova, Val di Susa...) e di varie autorità politiche e militari del 4 novembre di Udine sono state disturbate nei luoghi in cui si svolgevano da un centro storico tappezzato di immagini di teste mozzate, donne impiccate, reduci mutilati, soldati fucilati, corpi esanimi riversi uno sopra l’uno dei campi (fotografue tratte dal libro “Guerra alla guerra” di Ernst Friedrich), una poesia "Un soldatin", di Giorgio Ferigo, manifesti contro le forze armate e scritte come "La guerra è un abominio. Dissociati anche tu dalle forze armate".

Nessun commento:

Posta un commento