8 settembre 2015

SABOTATO RIPETITORE WIND IN SOLIDARIETA' AI/LLE COMPAGN* COLPITI/E DALLA REPRESSIONE

riceviamo da mail anonima e diffondiamo:

2 settembre, Strada Saliceta: alcuni cavi di un ripetitore Wind vanno a fuoco.
Sabotiamo le strutture complici del controllo sbirresco.
Libertà per Pippo, Tommy e Andrea accusati di aver incendiato l'abitazione di un fascista.
Solidali con i compagni colpiti dalle richieste di sorveglianza speciale in Trentino e in Sardegna.
Fuoco agli ingranaggi dell'ordinaria repressione.

Fonte

Nessun commento:

Posta un commento