8 maggio 2013

FERRARA: LETTERA DI STEFANO GABRIELE FOSCO DALL'AS2


RADIOAZIONE.NOBLOGS.ORG


Ricevo da Stefano la  seguente lettera e la pubblico ribadendo che le critiche è giusto che ci siano sempre, le “carognate” subiranno le conseguenze che meritano:

Ai cari compagni di Liberacion Total, Material Anarquista, Publicaciòn Refractario e Viva la Anarquia,Vi esprimo tutta la mia solidarietà fraterna e anarchica per l’attacco ricevuto da una carogna pseudo nichilista.Non c’è nessuna censura quando si decide di non pubblicare un testo in cui si attacca un prigioniero, mentre le indagini sono in corso.Che si sappia che in Italia non c’è stata alcuna polemica antigiudiziaria, ci sono solo delle carogne che stanno facendo il gioco della repressione.Il 17 aprile 2013 sono venuti, nel carcere di Ferrara, due agenti segreti, che non si sono identificati e che volevano chiacchierare con me sulla “polemica antigiudiziaria”.Erano sorpresi dal fatto che non partecipassi a tale polemica.Dinanzi a questi sbirri ho detto che sono anarchico e che per nessun motivo parlo con loro o con i giudici.Il mio anarchismo è indistruttibile e non perette che dei provocatori possano infangarmi.Se continuano gli attacchi contro la mia persona e contro gli anarchici e le anarchiche solidali con me è solo perché sono rinchiuso in un carcere nel carcere.Mi spiace sprecare tempo ed energie su quest’infare provocazione, vorrei continuare con quel che ho sempre fatto, e che voi state degnamente continuando con i vostri blog.Fratelli e sorelle, un forte abbraccio ribelle dalla sezione di alta sicurezza del carcere di Ferrara.

Stefano Gabriele Fosco

Prigioniero individualista anarchico

(carcere di Ferrara, 19 aprile 2013)

Traduzione spagnola fatta dallo stesso Stefano:

A lxs queridxs compas de Liberacion Total, Material Anarquista, Publicaciòn Refractario, Viva la Anarquia,Expreso a vos toda mi solidaridad fraterna y anarquistapor el ataque recibido por una carrona seudonihilista.No hay alguna censura cuando se decide de no publicar un texto en que se ataca un preso, mientras la investigaciones estàn en marcha.Que se sepa que en Italia no hubo alguna polèmica antijuridista, hay sòlo unas carronas que estan haciendo el juego de la represiòn.El 17 de abril de 2013 vinieron, en la circe de Ferrara, dos secretas, que no se identificaron, y que querìan “charlar” con migo sobre la “pòlemica antijuridista”.Estaban sorprendidxs del mecho que yo no partecipaba en dicha polèmica.Frente a estxs esbirrxs dije sòlo que soy anarquista y que yo no hablo por ninguna razòn con ellxs ni con lxs jueces.Mi anarquismo es iguebrantable y yo no permito que unos provocadorespuedan mancharme.Si continùan los ataques contra mi persona y contra lxs anarquistas solidarixs con migo es solo porque estoy encerrado en una càrcel en la càrcel.Lamento gastar tiempo y energias sobre esta infame provocaciòn.Quisiera continuar con lo que siempre hice, y que uds, estàn continuando degnamente con sus blogs.Hermanxs, un fuerte abrazo rebelde de la seciòn de alta seguridad de la càrcel de Ferrara.

Stefano Gabriele Fosco

Prigioniero individualista anarchico

(carcere di Ferrara) 19 aprile 2013

Nessun commento:

Posta un commento