11 maggio 2013

USA - OREGON: SABOTAGGIO AD UNA LINEA FERROVIARIA

Di seguito il testo, senza alcuna firma,che rivendica il sabotaggio:

A tarda notte del 1° maggio abbiamo sabotato una linea ferroviaria a Central Oregon per interrompere il flusso di merci. Il Capitale dipende più che mai dalla metropoli, il costante flusso di merci, servizi, capitali, informazioni, e qualsiasi interruzione di questo flusso è una piccola vittoria. Abbiamo fatto questa azione in solidarietà con tutti coloro che devono affrontare indagini, la prigionia, e la repressione nel Nord-Ovest. Più si diventa pericolosi e più il pericolo cresce anche per noi stessi, ma noi non ci rannicchiamo di fronte al volto di coloro che vorrebbero controllarci. Abbiamo fatto questa azione ben sapendo il grado di repressione politica nel nord-ovest del Pacifico nel presente. Non perché vogliamo mostrare la nostra sfida o rabbia allo stato, a loro non abbiamo nulla da dire. Abbiamo agito perché il nostro amore per i nostri compagni supera di gran lunga la nostra paura per la repressione, e perché l’amore è un’azione, non un sentimento.Questa azione è stata rapida e facile. Utilizzando fili di rame con le estremità nude, abbiamo avvolto le due estremità del filo intorno alle rotaie e seppellito  la sezione centrale. Questo invia un falso segnale che c’è un treno sui binari, ritardando ogni altro movimento fino a quando il blocco viene tolto.In solidarietà con coloro che resistono al gran giurì, agli indagati, e quelli che, alla faccia dei media e dei massicci preparativi della polizia, riescono comunque a portare un po ‘di distruzione per le strade di Seattle.

Nessun commento:

Posta un commento