20 maggio 2013

TORINO: DUE ARRESTI E INTIMIDAZIONI

da indymedia piemonte


La brevissima vita della nuova occupazione antispecista torinese è molto impegnativa: dopo l’incursione di venerdì 17 maggio col furto, tra le altre cose, del generatore (trasportato per centinaia di metri all’interno del gigantesco complesso un tempo adibito a distretto militare, ed ancor prima a lanificio), essenziale per la buona riuscita dell’iniziativa prevista per il giorno successivo, domenica 19 maggio intorno alle 11 del mattino sono stati arrestati due occupanti: intercettati da una volante della polizia, a breve distanza dall’ingresso, sono stati caricati in auto e portati in questura. In qualche minuto sono sopraggiunte altre 4 o 5 pattuglie, oltre alla solita digos, e i pochi solidali accorsi sono stati tenuti a debita distanza.

Aggiornamento di lunedì 20 maggio: gli arresti sono stati confermati e l'accusa nei confronti dei compagni, presi mentre stavano staccando dei cavi volanti collegati a un lampione, è di "furto in concorso". 

Seguiranno aggiornamenti...

Nessun commento:

Posta un commento