4 giugno 2013

ANCORA TENSIONI NEL CIE DI TORINO


Lunedì un ragazzo dell’area rossa è stato male dopo aver mangiato una scatola di tranquillanti; tramortito e incosciente viene portato all’ospedale, mentre i suoi compagni cominciano a protestare bruciando materassi e lenzuola. I militari intervengono con gli idranti per spegnere l’incendio, e già che ci sono inondano d’acqua anche la tenda sul tetto, tra le proteste dei ragazzi che oramai da nove giorni vivono lì.
Come sempre però le proteste di un’area si diffondono velocemente anche nelle altre. In serata anche nell’area blu e nell’area bianca i reclusi fanno casino e bruciano materassi. Niente di troppo grosso, sembrerebbe. Le informazioni da dentro sono un po’ confuse e non si riescono ad avere notizie precise. L’unica cosa sicura è che dentro la misura è colma, la tensione alta, i militari e i poliziotti esausti e nervosi. Un bel modo per iniziare la stagione calda.
Ascolta un’intervista con un recluso nel Cie di Torino, oppure scarica il file mp3.
macerie @ Giugno 4, 2013

Nessun commento:

Posta un commento